Efficienza

Un impianto domotico consente di ridurre gli sprechi energetici, integrando in modo trasparente per l’utente la gestione degli eventuali sistemi di generazione di energia da fonti alternative, quali ad esempio gli impianti fotovoltaici. La riduzione degli  prechi energetici e la continuità di esercizio si attua mediante la supervisione continua dell’impianto elettrico e di tutti i servizi ad esso connessi, ad esempio monitorando l’effettiva presenza di persone all’interno di un locale e spegnendone le luci quando  uesto risulta vuoto, oppure gestendo adeguatamente i carichi elettrici in modo da evitare i sovraccarichi dovuti al  unzionamento simultaneo di elettrodomestici ad alto consumo, come il forno e la lavatrice.

La gestione degli impianti di produzione di energia elettrica da fonti   rinnovabili consente ad esempio di eliminare il   iscaldamento a metano a favore di sistemi di riscaldamento elettrici, che non graveranno sulla bolletta elettrica. Si potrà allo  tesso modo optare per piani cottura vetroceramici e boiler per l’acqua sanitaria. L’abitazione verrà  omunque servita dalla rete  lettrica tradizionale, e verrà venduta  ’eccedenza di energia elettrica prodotta dall’impianto fotovoltaico  contribuendo   teriormente all’abbattimento della spesa in bolletta. Da non sottovalutare infine che l’assenza di impianti a gas metano aumenta la  icurezza per le persone, poiché vengono eliminati processi di erogazione e combustione all’interno dell’immobile.

Ma non è tutto, grazie alla presenza di sonde ambientali poste in ogni ambiente si attuerà una climatizzazione e riscaldamento a zone, che consente di aumentare o diminuire la temperatura di ogni ambiente in maniera indipendente, ed in funzione del reale numero di occupanti.